Home Informazioni per la stampaLe notizie stampa
logosgi


I BENEFICI SI ACCUMULERANNO LOTTANDO CONTRO LE AVVERSITÀ di Daisaku Ikeda

Il 6 luglio del 1943, durante la Seconda guerra mondiale, il maestro Makiguchi fu arrestato a Shimoda, nella prefettura di Shizuoka dove si era recato per propagare il Buddismo, mentre Toda venne arrestato a casa sua, a Tokyo.

08/06/2017: Corriamo nella nuova era insieme al maestro (6 luglio 2015) Anche quest'anno è arrivato il 6 luglio, il giorno in cui i primi presidenti, Makiguchi e Toda, subirono una forte persecuzione. Quel giorno del 1943, durante la Seconda guerra mondiale, il maestro Makiguchi fu arrestato a Shimoda, nella prefettura di Shizuoka dove si era recato per propagare il Buddismo, mentre Toda venne arrestato a casa sua, a Tokyo. I capi d'accusa erano la violazione della cosiddetta "legge per il mantenimento dell'ordine pubblico" e la lesa maestà. • • • Il Buddismo di Nichiren Daishonin insegna che tutte le persone sono originariamente entità della Legge mistica; le loro sono esistenze estremamente nobili, dotate della vita del Budda. Questo è un principio fondamentale che rispetta la dignità della vita e stabilisce l'eguaglianza tra gli esseri umani. Ma questo principio era in contrapposizione con l'intento del governo militare che promuoveva la guerra cercando di unificare tutto il paese mettendo al centro lo scintoismo come pilastro spirituale, cioè come religione di stato. Per un anno e quattro mesi Makiguchi perseverò nella sua lotta dal carcere. In una lettera scrisse con risolutezza: «Rispetto a quella subita dal Daishonin, la mia persecuzione è una goccia nell'oceano». La forza suprema di una vita che abbraccia la fede risplende di luce. • • • Le auree parole del Gosho affermano: «Se non facessi apparire i tre tipi di nemici, non sarei il devoto del Sutra del Loto. Solo se li faccio apparire posso essere il devoto» (RSND, 1, 47). Il maestro Makiguchi lottò contro i tre potenti nemici e offrì la sua vita per la propagazione della Legge. Il maestro Toda, che sopravvisse al carcere, si alzò da solo per portare avanti il movimento della rivoluzione umana per le persone comuni. Questo è il punto di partenza della Soka Gakkai che si basa sulla pace e sulla giustizia, e su cui ripongono assoluta fiducia i paesi non solo asiatici, ma di tutto il mondo. Ricordando Makiguchi nel secondo anniversario della morte, Toda raccontò: «La sua immensa compassione mi permise di accompagnarlo fino in prigione». Quanto è nobile la via di maestro e discepolo Soka! Noi siamo i loro fieri successori, perciò non dobbiamo temere nulla. I benefici eterni emergono solo vincendo su sofferenze e difficoltà. Nel cuore di un re leone brilleranno gloria e vittoria. Con una fede coraggiosa, apriamo un'immensa condizione vitale!

I BENEFICI SI ACCUMULERANNO LOTTANDO CONTRO LE AVVERSITÀ di Daisaku Ikeda - Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati