Home Informazioni per la stampaLe notizie stampa
logosgi


Comunicato dell'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
In risposta all'appello di Papa Francesco

L'Istituto aderisce alla giornata di preghiera del 7 settembre invitando tutti i membri a pregare con ancora più forza per la pace nel mondo.

03/09/2013: Domenica 1 settembre, in piazza San Pietro, Papa Francesco ha rivolto un appello molto forte e deciso contro il possibile scoppio di un nuovo conflitto in Siria e il coinvolgimento, su scala più ampia, di altri paesi.
«Non è la cultura dello scontro, la cultura del confitto - ha detto il Papa - quella che costruisce la convivenza nei popoli e tra i popoli, ma la cultura dell'incontro, la cultura del dialogo, questa è l'unica strada della pace». «L'umanità - ha aggiunto - ha bisogno di vedere gesti di pace».
Per questo motivo ha rivolto un appello chiaro a tutte le religioni del mondo: «Una catena di impegno per la pace unisca tutti gli uomini e le donne di buona volontà! È un forte e pressante invito che rivolgo all'intera Chiesa Cattolica, ma che estendo a tutti i cristiani di altre Confessioni, agli uomini e donne di ogni Religione e anche a quei fratelli e sorelle che non credono: la pace è un bene che supera ogni barriera, perché è un bene di tutta l'umanità».
Questo stesso appello è stato più volte ripetuto nelle sue proposte di pace dal presidente della Soka Gakkai Internazionale Daisaku Ikeda: «Uccidere è sbagliato! Il XX è stato un secolo di guerra. Centinaia di milioni di persone sono morte in battaglia. Cosa ha imparato l'umanità da quella tragedia? In questo nuovo secolo, il XXI, il principio che l'uccisione non è accettabile o giustificata in alcuna circostanza deve diventare l'assunto morale fondamentale dell'umanità. Se non riusciamo a diffondere ampiamente e impiantare profondamente in ogni persona il principio che la violenza non è mai giustificata come mezzo per sostenere le proprie convinzioni, l'umanità non avrà imparato niente dalla lezione del XX secolo».
I membri della Soka Gakkai, due volte al giorno, durante la loro quotidiana pratica religiosa, pregano per la pace nel mondo e il benessere di tutti gli esseri viventi. L'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai – in risposta all'appello di Papa Francesco – aderisce quindi alla giornata di preghiera del 7 settembre, invitando tutti i membri a pregare con ancora più forza per la pace nel mondo.
Nello stesso giorno i centri italiani della Soka Gakkai saranno aperti per accogliere quanti vorranno rivolgere la loro pratica buddista alla realizzazione del grande scopo di una pace planetaria.

Comunicato dell'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai<br /> In risposta all'appello di Papa Francesco <br /> - Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati