Home Informazioni per la stampaLe notizie stampa
logosgi


9 agosto 1945 ore 11.02 lancio della bomba atomica "Fat Man" sulla città di Nagasaki

Fat Man esplose a 469 metri di altezza a circa 4 km a nord-ovest dall'obiettivo previsto. Questo "sbaglio" salvò gran parte della città, protetta dalle colline circostanti.

05/08/2011: Le stime affermano che circa 40.000 dei 240.000 residenti furono uccisi all'istante e oltre 55.000 rimasero feriti. Il numero totale degli abitanti uccisi viene comunque valutato intorno alle 80.000 persone incluse le persone esposte alle radiazioni nei mesi seguenti.

Daisaku Ikeda nella proposta di come ‘Costruire una solidarietà globale per l’abolizione del nucleare’ scrive :

Credo che sia possibile gettare le fondamenta di un mondo senza armi nucleari nei prossimi cinque anni, da qui al 2015, e a questo scopo propongo un piano in cinque parti. Io invito :
1. I cinque stati che hanno dichiarato di possedere armamenti nucleari ad annunciare il proprio impegno per una visione comune di un mondo senza armi nucleari durante la Conferenza di revisione del NPT del prossimo anno e a intraprendere subito passi concreti per realizzarla.
2. Le Nazioni Unite a costituire un gruppo di esperti di abolizione del nucleare, rafforzando le relazioni di collaborazione con la società civile nel processo di disarmo.
3. Gli Stati coinvolti nel NPT a rafforzare i meccanismi di non proliferazione e a eliminare gli ostacoli all'eliminazione delle armi nucleari entro l'anno 2015.
4. Tutti gli stati a collaborare attivamente per ridurre il ruolo delle armi nucleari nella sicurezza nazionale e a proseguire su scala globale verso la costituzione di accordi di sicurezza non basati sulle armi nucleari entro l'anno 2015.
5. La popolazione mondiale a manifestare con chiarezza la propria volontà di messa al bando delle armi nucleari e a stabilire, entro l'anno 2015, la regola internazionale che costituirà la base per una Convenzione sulle armi nucleari (NWC, Nuclear Weapons Convention). (B&S nr.138 pag. 43)

"…………Poco più di cent'anni fa Tsunesaburo Makiguchi (1871-1944), il presidente fondatore della Soka Gakkai, propose un nuovo metodo di competizione, la "competizione umanitaria" - in cui «facendo del bene agli altri se ne fa anche a se stessi»36 - come mezzo per superare il conflitto tra le nazioni. Invitò ogni stato a impegnarsi in una rivalità positiva per contribuire al mondo con un'azione umana, per diffondere lo spirito di coesistenza pacifica e costruire una società veramente globale.
Le cinque proposte che ho presentato qui sono tutte radicate nel concetto di Makiguchi di competizione umanitaria, che condivide lo stesso orientamento alla base dell'idea di "iniziativa congiunta" per cambiare «l'inclinazione degli stati a possedere armi nucleari» sostenuta da George Shultz e dai suoi coautori." (B&S nr. 138 pag.55)

Potete trovare l'intera proposta su Buddismo e Società nr. 138 o su http://www.sgi-italia.org/riviste/bs/InternaTesto.php?A=2353&R=1&C=138











9 agosto 1945 ore 11.02 lancio della bomba atomica "Fat Man" sulla città di Nagasaki - Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati