Home Informazioni per la stampaLe notizie stampa
logosgi


Giappone: un concerto della Soka Gakkai per incoraggiare le persone colpite dallo tsunami

Il 3 aprile scorso sedici membri della banda di ottoni della Soka Gakkai del Tohoku si sono esibiti in un concerto nel centro di accoglienza di Ishinomaki

19/04/2011: Dopo il terremoto e lo tusnami che hanno colpito il Giappone l’11 marzo nel Tohoku-Kanto, i sopravissuti che vivono nei centri di accoglienza sono pervasi da un senso di insicurezza verso il futuro. Per incoraggiare queste persone, sedici membri della banda di ottoni della Soka Gakkai del Tohoku si sono esibiti il 3 aprile nella scuola di Mangokuura, adibita a centro di accoglienza nella città di Ishinomaki nella prefettura dei Miyagi. Lo stesso Masahide Konno, vice responsabile della banda, è un sopravissuto al terremoto ed è convinto che la musica possa aiutare a risollevare i cuori delle persone e che sia un elemento indispensabile per riportare la città alla vita normale. Alla presenza di circa settanta persone, la banda ha iniziato il concerto con una marcia dal titolo Lively Avenue. Teruhiko Takahashi, suonatore di corno della banda della città di Sendai, anche lui sopravissuto alla tragedia, ha avuto al sua casa spazzata via dallo tsunami. Ma otto giorni dopo, quando il mare si era finalmente ritirato, tornando nel posto dove sorgeva la sua casa ha scoperto che l’unica cosa rimasta intatta era il suo strumento, protetto dalla custodia. Il Sig. Takahashi ha detto che attraverso la musica desidera inviare speranza alle vittime del terremoto e dello tusnami e trasmettere lo spirito di «non arrendersi mai». Il percussionista Takayuki Abe ha perso sua nonna Tomie di ottant’anni anni nello tusnami a Ishinomaki. La nonna amava ascoltare abitualmente la sua musica e lo seguiva ovunque per vedere le sue esibizioni. Il Sig. Abe ha dedicato l’ultima canzone del concerto Madre, le cui parole sono state scritte dal presidente della SGI Daisaku Ikeda, a sua nonna e a tutti coloro che hanno perso qualcuno nella tragedia. Alla fine del concerto gli astanti hanno commentato: «Era da un po’ che non mi sentivo così allegro. Mi sono davvero divertito. Grazie mille!», e un altro: «Mi sento come se avessi ritrovato il coraggio per ricominciare tutto da capo». Dopo aver suonato nella scuola, la banda ha proseguito per un’altra esibizione in onore degli sfollati nel centro per la pace della Soka Gakkai a Ishinomaki, anche questo usato come centro di accoglienza. (Adattato da un articolo del 5 aprile 2011 tratto dal Seikyo Shimbun - http://www.sgi.org/news/h-relief/relif2011/soka-gakkai-tohoku-brass-band-performs-at-shelter.html).

Giappone: un concerto della Soka Gakkai per incoraggiare le persone colpite dallo tsunami - Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati