Home Informazioni per la stampaLe notizie stampa
logosgi


Terremoto e Tsunami in Giappone - aggiornamento

Lunedì 14 marzo, ore 15: continuano le attività di soccorso della Soka Gakkai nel Giappone nord-orientale

14/03/2011: Alcune fotografie delle attività di soccorso:
http://www.sgi.org/news/h-relief/relif2011/soka-gakkai-relief-activities-continue-in-northeastern-japan.html

Proseguono in tutte le zone colpite le attività di soccorso della Soka Gakkai relative alla devastazione causata dal terremoto e dallo tsunami dellí11 marzo. Attualmente 1000 persone hanno trovato rifugio al Centro culturale della Soka Gakkai del Tohoku, nella città di Sendai, dove ha sede il centro di coordinamento a livello regionale per organizzare le attività di soccorso. Altre 2500 persone hanno trascorso la notte del 12 marzo in altri 20 centri culturali della Soka Gakkai in tutta la regione del Tohoku, dove hanno ricevuto generi di primo soccorso e razioni alimentari.

Venuti a conoscenza della notizia che un gruppo di abitanti di Sendai, radunati in un luogo pubblico, aveva un disperato bisogno di cibo e altri generi di prima necessità, i responsabili locali della Soka Gakkai sono partiti con una macchina carica di cibo e altri articoli alla loro ricerca. In questo modo sono stati in grado di rintracciare e assistere circa un centinaio di persone.

Dalle varie parti del Giappone continuano ad affluire gli aiuti che cercano di raggiungere le zone colpite.

Il 12 marzo i membri della Soka Gakkai della Prefettura di Niigata hanno inviato generatori e combustibile per continuare a mantenere in funzione il Centro culturale del Tohoku. Il 13 marzo hanno inviato acqua, servizi sanitari portatili, razioni alimentari di emergenza e altri articoli, sia al centro sia agli altri centri della Soka Gakkai nella prefettura di Fukushima, compresa la città di Iwaki. Una rappresentante dei giovani di Niigata che ha aiutato a trasportare le forniture ha commentato: «Niigata è stata colpita da un enorme terremoto numerosi anni fa, e siamo riusciti a ricorstruirla grazie al sostegno ricevuto da tutto il Giappone. Adesso è il nostro turno di portare aiuto a coloro che ne hanno disperatamente bisogno».

Le macchine che trasportano acqua, razioni alimentari e altri generi di prima necessità che sono stati raccolti al Centro culturale di Hachinoe nella prefettura di Aomori sono arrivate al Centro culturale di Iwate, nella città di Morioka il 13 marzo. I membri della divisione giovani presidiano il centro tutta la notte per permettere agli evacuati di poter riposare.

Nella prefettura di Yamagata le operazioni di soccorso proseguono. I membri della Soka Gakkai della città di Yonezawa hanno consegnato camion di cibo e generi di prima necessità a Sendai nella serata del 13 marzo.

Vari camion di aiuti continuano ad essere inviati dalla sede centrale della Soka Gakkai e da altre parti del Giappone, ed è stato inviato anche ulteriore personale della Soka Gakkai e membri della Divisione medici per sostenere le attività di soccorso.

Anche i Centri culturali della Soka Gakkai nelle prefetture di Chiba e Ibaraki sono utilizzati come rifugi nelle varie zone in cui non cíè né elettricità né acqua. In numerosi casi i generatori sono stati forniti dalla gente del vicinato e i residenti della zona vi raccolgono derrate alimentari per poter offrire pasti alle persone radunate presso i centri.

[Adattato da un articolo del Seikyo Shimbun, 14 marzo 2011]

Terremoto e Tsunami in Giappone - aggiornamento - Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati