Home BuddismoIl Buddismo di Nichiren DaishoninLa fede stampa
logosgi
La fede e la vita quotidiana
Fede significa credere: ma in che cosa? Nella Buddità che esiste potenzialmente dentro ogni essere vivente, cioè nel fatto che sia noi sia tutti gli altri esseri umani possediamo la natura di Budda, e che tutti i fenomeni dell'universo sono manifestazioni della Legge mistica, Myoho-renge-kyo.
La fede è la causa profonda che fa emergere la Buddità dalla nostra vita, vincendo l'oscurità fondamentale. In un capitolo della Raccolta degli insegnamenti orali il Daishonin afferma: «La fede è una spada affilata che taglia l'oscurità fondamentale o ignoranza, […] che taglia via il dubbio e l'incertezza».
Una fede libera dal dubbio ci consente di affrontare qualsiasi difficoltà e trasformare l'impossibile in possibile. Ma una fede di questo tipo non sorge dal nulla, occorre costruirla sperimentando il funzionamento della Legge nella vita reale.
«Pensare che la fede buddista sia solo qualcosa che aiuta a risolvere i propri problemi - scrive Daisaku Ikeda - vuol dire avere una visione estremamente limitata della propria missione. […] Nel Buddismo le preghiere non si esauriscono nel semplice atto di pregare, ma includono le azioni che intraprendiamo per realizzarle.
Pensate a una freccia: prima viene tirata indietro, caricata di energia e poi scoccata dall'arco. La preghiera senza azione è idealismo e l'azione senza preghiera è inutile […]. La pratica e la fede devono quindi procedere di pari passo. Entrambe trovano riscontro nella vita concreta di ogni giorno».
I discepoli di Nichiren Daishonin, gli attuali membri della Soka Gakkai, sono coloro che "hanno lo stesso cuore di Nichiren": che utilizzano la loro vita per realizzare il "voto" del Daishonin. Il "voto" è il grande desiderio del Budda espresso nel sedicesimo capitolo del Sutra del Loto: "Mai ji sa ze nen, I ga ryo shujo. Toku nyu mu-jo-do. Soku joju busshin" (trad. "Questo è il mio pensiero costante: come posso far sì che gli esseri viventi accedano alla Via suprema e acquisiscano rapidamente il corpo del Budda?").
Credere nella Buddità che esiste potenzialmente dentro ogni essere vivente - e ovviamente dentro se stessi - significa agire e vivere in perfetta corrispondenza con questa fede. Per questo motivo Daishonin scrisse: «Il vero significato dell'apparizione in questo mondo del Budda Shakyamuni, il signore degli insegnamenti, sta nel suo comportamento da essere umano».
I membri della Soka Gakkai si impegnano ogni giorno, nelle loro famiglie e comunità, a testimoniare - attraverso la loro vita - il valore della loro adesione al Buddismo.
© Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai 2017 . Tutti i diritti riservati